Perchè è importante acquistare pellet certificato?

Che il pellet in questi ultimi anni è sempre più utilizzato per il riscaldamento delle utenze domestiche è indiscusso, la maggior parte degli utilizzatori sono sensibili alle necessità ambientali e per un miglioramento generale di questo ecosistema, che necessita di un’accurata singola valutazione, che i clienti si avvicinano consapevoli di poter contribuire alle giuste cure per un miglioramento globale; oltre al risparmio che si ritrovano confrontandolo con le classiche bollette di luce o gas.

Il clima autunnale ed invernale che è variato, portato sempre più freddo anche nelle zone del sud Italia, che prima godeva di un clima più mite, invoglia le famiglie ad usare come fonte di riscaldamento il Pellet, che oggi puoi acquistare comodamente da casa con un semplice collegamento online su vari siti specializzati per la compravendita all’ingrosso o al dettaglio, oppure nei supermercati, ferramenta etc.

Il consumatore del Pellet si ritrova nel mercato una svariata quantità e qualità di prodotti, per questo ci sentiamo in dovere di dare ad ognuno di Voi la possibilità di ricevere una giusta informazione sull’importanza ed il perché utilizzare un pellet certificato.

Non tutti i Pellet sono uguali, si distinguono dalla tipologia di legno utilizzato, dal potere calorifico, dal residuo di ceneri etc., infatti tutti questi valori contribuiscono alla qualità del pellet da acquistare ed ogni tipologia di composizione va a determinare qualità e prezzo finale.

A tutti coloro che si avvicinano al mondo del Pellet e non hanno ancora esperienza, possiamo suggerire di attenzionare durante l’acquisto la certificazione che è stata rilasciata a quel pellet che sono in procinto di comprare e garantirsi un buon Pellet.

I marchi che determinano le caratteristiche sono denominati ENPLUS, quali sono e quante sono le certificazioni:
- ENPLUS A1, quando trovate questo marchio potete collegarlo ad un Pellet di prima categoria e quindi alta qualità;
- ENPLUS A2, quando trovate questo marchio potere collegarlo ad un Pellet di media categoria e qualità;
- ENPLUS B, quando trovate questo marchio potete collegarlo ad un Pellet di bassa categoria e qualità, infatti quest’ultimo viene spesso utilizzato dalle industrie, che utilizzano grossi e specifiche apparecchiature, che non richiedono di attenzionare necessariamente la qualità.

Il marchio ENPLUS che attesta le qualità del prodotto deve essere sempre seguito da un numero identificativo, che è formato da due lettere (che indicano il Paese di provenienza e tre cifre che vanno ad identificare o i produttori o gli importatori.
I numeri identificativi possono essere verificati sul sito Enplus.
E visto che oggi la maggior parte del pellet commercializzato in Italia viene importato dall’America, Est Europa, Sud America, Canada, Australia etc., se non trovate il marchio di una certificazione che identifica la provenienza e distribuzione sul mercato, sarebbe opportuno assicurarsi che il prodotto non possa compromettere le Vs. apparecchiature.

I nostri suggerimenti sono quelli di non fidarsi di utilizzare un pellet che trovate a basso costo e l’acquistate con l’opinione che possa essere tutto il pellet uguale, se risulta poi essere scadente, Vi potete ritrovare un basso potere calorifero, non ottenendo il risultato per la quale avete effettuato l’acquisto, cioè stare al caldo, il Vs. impianto di riscaldamento può rischiare di sporcarsi compromettendo il buon funzionamento dello stesso che si sporchi in fretta.
Acquistate solo pellet di qualità e certificato.
Nel nostro ecommerce troverete una svariata gamma di Pellet e tutti hanno il marchio di certificazione EnpluA1.